Back to top

Condizioni generali di contratto Condizioni di consegna e pagamento

1. Validità

1.1. Le presenti condizioni generali di contratto si applicano a tutti i contratti da noi conclusi ed a tutte le nostre consegne e servizi da noi resi nei confronti di altri imprenditori (di seguito: cliente/clienti).

1.2. Termini e condizioni differenti non diventano parte del contratto, salvo che questi siano da noi stati espressamente accettati. Il nostro consenso deve essere espresso in forma scritta, un mero silenzio o la fornitura non sono sufficienti a riguardo.


2. Offerta e conclusione del contratto

2.1. Le nostre offerte sono vincolanti solo se da noi fatte per iscritto e senza riserve.

2.2. Gli ordini effettuati dal cliente sono da considerare come offerte contrattuali vincolanti. Salvo diversa indicazione nel rispettivo ordine, abbiamo il diritto di accettare le offerte effettuati dal cliente entro 2 settimane dal loro ricevimento.

2.3. Nel caso di ordini di futuro ritiro, abbiamo l’obbligo di mantenere le rispettive scorte solo se ci impegniamo espressamente a farlo. Le rispettive scadenze devono essere ragionevoli. Se abbiamo confermato ordini di futuro ritiro, le quantità ivi specificate devono essere ritirate entro e non oltre un anno dalla conclusione del contratto.

3. Prezzi, pagamento, compensazione

3.1. Salvo patto contrario, i prezzi si applicano franco fabbrica escluso carico, imballaggio e scaricamento, il tutto oltre IVA di legge.

3.2. In assenza di un accordo sui prezzi, la merce verrà fatturata al prezzo attuale valido nel giorno della consegna.

3.3. Il pagamento dell'importo della fattura deve essere effettuato entro e non oltre 30 giorni dalla data della fattura.

3.4. Se il cliente, dopo la conclusione del contratto, si trovi in difficoltà di pagamento o se è in ritardo nel pagamento, abbiamo il diritto di effettuare ulteriori consegne solo dietro pagamento anticipato e di esigere immediatamente il pagamento di tutti i crediti in sospeso.

3.5. La compensazione con eventuali contropretese del cliente nei nostri confronti è esclusa, a meno che queste siano incontestate e liquide ovvero oggetto di una sentenza passata in giudicato. Il cliente ha il diritto di trattenere i pagamenti o di compensarli con eventuali contropretese esclusivamente nel caso in cui tali contropretese siano incontestate e

4. Termini, scadenze, consegne parziali, fabbricazioni su misura,
resi di merce

4.1. Le scadenze e/o i tempi di consegna indicati dal cliente ci vincolano solo se li abbiamo confermati per iscritto. Questo vale anche per il caso di ordini di futuro ritiro. Il rispetto dei tempi di consegna presuppone in ogni caso il tempestivo ed esaustivo adempimento dell'obbligo di collaborazione da parte del cliente, altrimenti queste scadenze verranno opportunamente estese.

4.2. Il rispetto delle scadenze e/o i tempi di consegna presuppone che le forniture da noi richieste a terzi fornitori vengano da questi effettuati correttamente e tempestivamente. Nel caso in cui il ritiro della merce è stata concordato con il cliente o è previsto dalla legge, conta la data del ritiro, ovvero l’avviso di giacenza, nel caso in cui il cliente rifiuti ingiustificatamente il ritiro.

4.3. In ogni caso, non siamo responsabili per ritardi dovuti a fatti a noi non imputabili, comprese eventuali circostanze della terza parte, in quanto il cliente dichiara di essere a conoscenza che alcuni prodotti, accessori e/o materie prime necessarie per la produzione e/o la fornitura vengono da noi acquistati da terzi fornitori.

4.4. Se la spedizione, il ritiro o l'accettazione della fornitura oggetto del contratto è ritardata per motivi imputabili al cliente, gli saranno addebitati, a partire dal 30° giorni dalla data dell’avviso di disponibilità, i costi da noi sostenuti a causa del ritardo.

4.5. Ove il mancato rispetto dei tempi di consegna è dovuto al caso fortuito, forza maggiore, controversie di lavoro o altri eventi che sono al di fuori del nostro controllo e di cui non siamo responsabili, i termini di consegna si prolungano in modo adeguato in merito all’evento. È nostra cura informare il cliente dell'inizio e della fine di tali circostanze.

4.6. Il cliente può recedere dal contratto senza preavviso se l’esecuzione dell'intera prestazione è divenuta impossibile prima del trasferimento del rischio. Inoltre, il cliente può recedere dal contratto se l'esecuzione diventa impossibile solo in parte nel caso che egli abbia un legittimo interesse a rifiutare la consegna parziale. In caso contrario, il cliente dovrà pagare il prezzo contrattuale riferibile alle consegne parziali. Lo stesso vale in caso di una nostra incapacità di eseguire per intero la nostra prestazione. Se l'impossibilità o l'incapacità si verificano durante la mora del cliente nell'accettazione o nel ritiro, ovvero nel caso in cui il cliente è responsabile della impossibilità e/o incapacità nostra di eseguire la prestazione in via esclusiva o prevalente, egli resta in ogni caso obbligato ad eseguire la prestazione da lui dovuta.

4.7. Abbiamo il diritto di effettuare consegne parziali nella misura in cui sono tollerabili per il cliente.

4.8. In caso di prodotti su misura, risp. fabbricazioni eccezionali, abbiamo il diritto di variare fino al 10% (in aumento o diminuzione) la quantità di consegna concordata, a meno che ciò non sia tollerabile per il cliente.

4.9. In caso di resi di merce, verrà detratto il 10% dal prezzo di contratto. A seconda delle condizioni della merce, la detrazione può essere maggiore o minore. Eccezione: vizi materiali (vedi punto 7. – diritti in caso di vizi).


5. Trasferimento del rischio, accettazione, mora nell'accettazione

5.1. La spedizione avviene a spese e rischio del cliente. Se, fino alla data della spedizione, non ci vengono fornite specifiche istruzioni sul modo di eseguire la spedizione, spediremo la merce in buona fede a del nostro miglior giudizio. Se il trasporto viene effettuato con un nostro camion, assicureremo la spedizione a spese del cliente.

5.2. Ai sensi dell'articolo 1510 del Codice Civile, la consegna si intende convenuta nei nostri magazzini, sia se fatta al cliente o se fatta al vettore o al spedizioniere incaricati dal cliente.

5.3. Il rischio viene trasferito al cliente dal momento della comunicazione di disponibilità di spedizione e prima del caricamento della merce presso il nostro stabilimento, anche se è stata concordata la consegna in porto franco. Ciò vale anche se la consegna è posticipata su richiesta del cliente, nonché in caso di pagamento rateale ai sensi dell'articolo 1523 ZGB. Nel caso in cui la merce debba essere accettata dal cliente, il trasferimento del rischio avviene al momento della accettazione. L’accettazione deve essere effettuata immediatamente alla data concordata per il ritiro, ovvero dopo la nostra comunicazione di disponibilità. Il cliente non può rifiutare l'accettazione in caso di difetti non sostanziali. Se il ritiro è ritardato a causa di circostanze per le quali non siamo responsabili, il rischio viene trasferito al cliente il giorno della comunicazione della disponibilità al ritiro.

5.4. Se la spedizione o il ritiro subiscono ritardi a causa di circostanze per le quali il cliente è responsabile, possiamo addebitare, a partire da un mese dopo la comunicazione di disponibilità alla spedizione o al ritiro, tariffe di stoccaggio pari allo 0,5% dell'importo della fattura per ogni mese iniziato, ma non più del 5% dell'importo della fattura, a meno che possiamo dimostrare spese più elevate.

6. Riserva di proprietà

6.1. Ai sensi dell'articolo 1523 c.c., i prodotti da noi forniti rimangono di nostra proprietà fino al pagamento di tutti i nostri crediti nei confronti del cliente, indipendentemente dal titolo. In caso di fattura aperta, la proprietà riservata vale come garanzia per la nostra richiesta.

6.2. La riserva di proprietà rimane immutata, anche nel caso in cui il cliente emette un assegno per l'importo fattura, anche se tale assegno venga da noi accettato.

6.3. Il cliente può, nel normale corsi di affari, vendere, mescolare e trattare la nostra proprietà purché egli non sia in mora di adempimento. Ci riserviamo il diritto di revocare questo permesso in qualsiasi momento. Nel caso in cui trattasi di merce con riserva di proprietà, la specificazione è effettuata a nostro favore, senza che ciò determini qualsivoglia obbligo per noi. In caso di unione, commistione o specificazione di merce con riserva di proprietà con altre merci non a noi appartenenti, abbiamo diritto ad una quota di comproprietà sul nuovo prodotto, in percentuale tra il valore della fattura delle merci da noi fornite e quello delle altre merci ai sensi dell’art. 939 c.c..

6.4. Se i beni con proprietà riservata da noi consegnati vengono dal cliente rivenduti, mescolati o specificati, il cliente cede a noi, già fin d’ora, i suoi crediti risultanti dal contratto concluso dallo stesso con il suo cliente. Noi accettiamo tale cessione a nostro favore. Se le merci riservate vengono dal cliente vendute insieme ad altre merci che non ci appartengono, sia nel caso ci sia o meno una specificazione, la cessione del credito in merito alla vendita si applica solo all'importo del valore delle merci riservate. Il cliente, fino a nostra comunicazione contraria, ha il diritto di riscuotere i crediti della rivendita. Tuttavia, non ha il diritto di disporre di tali crediti. Il cliente è tenuto a fornirci tutte le informazioni ed i documenti necessari per far valere il diritto ceduto, in particolare di indicarci i debitori dei crediti ceduti e di comunicare a loro la cessione del credito a nostro favore. A prescindere, siamo autorizzati a comunicare direttamente al debitore ceduto la cessione.

6.5. Il cliente deve informarci immediatamente di qualsiasi sequestro o qualsiasi altro fatto che possa interessare i nostri diritti.

6.6. Se il cliente non adempie ai suoi obblighi di pagamento, deve restituirci la merce riservata dopo l’invio di un primo sollecito.

7. Diritti del cliente in caso di reclami

7.1. In caso di vizi della cosa venduta (incluso fornitura errata o di dimensioni inferiori a quanto concordato nonché montaggio effettuato non a regola d’arte ovvero nel caso di istruzioni di montaggio inidonee) si applicano le rispettive disposizioni di legge, salvo quanto di seguito diversamente convenuto. Non sussiste una nostra responsabilità se la merce difettosa è stata oggetto di lavorazione ovvero di incorporazione in un altro prodotto, sia se effettuata dal cliente o da un altro imprenditore.

7.2. Una nostra responsabilità sussiste solo in merito alla qualità della merce. Tali qualità risultano dalle descrizioni dei prodotti e dalle informazioni del produttore, sia se oggetto dello specifico contratto, sia se sono state da noi rese pubbliche (in particolare nei cataloghi o sul nostro sito Web) al momento della conclusione del contratto.

7.3. Nel caso in cui non siano state concordate le qualità della merce, si rinvia alle disposizioni di legge per stabilire la sussistenza di un
vizio.

7.4. Le richieste di garanzie per vizi da parte del cliente presuppongono che egli abbia, di parte sua, adempiuto ai propri obblighi di ispezione e reclamo. Se la fornitura riguarda materiali da costruzione e/o altri beni destinati all'installazione o ad altre lavorazioni, il controllo della merce deve essere in ogni caso effettuato prima della installazione/lavorazione. Se un difetto si manifesta durante la consegna, durante l'ispezione o in qualsiasi momento successivo, il cliente è obbligato a informarci immediatamente per iscritto. In ogni caso, i vizi riconoscibili devono essere denunciati entro 8 (otto) giorni dalla consegna. I vizi non riconoscibili devono essere denunciati per iscritto entro i termini previsti dall'art. 1495 c.c. (8 giorni dalla scoperta). Se il cliente omette di esaminare e/o denunciare correttamente i difetti, è esclusa ogni nostra responsabilità.

7.5. In caso di fornitura di una merce difettosa, è rimessa alla nostra insindacabile scelta se eliminare il difetto (p.es. tramite
riparazioni) o se fornire una merce priva di difetti (consegna sostitutiva).

7.6. In caso di segnalazione di difetti, il cliente deve darci il tempo e l'opportunità necessari per poter valutare la sussistenza di un difetto, in particolare è obbligato a consegnarci la merce a scopo di ispezione. In caso di consegna sostitutiva, il cliente è tenuto a restituirci l'articolo difettoso. Le nostre prestazioni in garanzia non includono né lo smontaggio della merce difettosa né la loro reinstallazione, se ed in quanto non eravamo originariamente obbligati a tale installazione.

7.7. Nel caso in cui sussista effettivamente un difetto, le spese necessarie ai fini del controllo e riparazione delle merci da noi fornite, in particolare i costi di trasporto, di viaggio, di manodopera e di materiale e, se del caso, i costi di smontaggio e rimontaggio, sono da noi sostenute, risp. rimborsate al cliente. In caso contrario (ovvero nel caso in cui un difetto non sussista) abbiamo diritto di chiedere al cliente il rimborso di tali spese da noi sostenute, salvo che la mancanza del difetto non era riconoscibile dal cliente.

7.8. In casi urgenti, ad esempio in caso di rischi per la sicurezza dell’impresa o per prevenire danni sproporzionati, il cliente ha il diritto di eliminare il difetto stesso e di chiederci il rimborso delle spese effettivamente ed oggettivamente necessarie. Dobbiamo essere informati immediatamente in merito ad un tale intervento, se possibile in anticipo. Il diritto di eseguire direttamente l’intervento da parte del cliente non sussiste se avessimo il diritto di rifiutare una prestazione in garanzia.

7.9. Se la prestazione in garanzia non è andata a buon fine o è scaduto un termine ragionevole fissato dal cliente senza che un intervento sia avvenuto, il cliente può recedere dal contratto o chiedere la proporzionale riduzione del prezzo di acquisto. Nel caso in cui il difetto non ecceda i limiti di tolleranza, ai sensi degli articoli 1492 e 1497 c.c., non spetta un diritto di recesso.

7.10. In ogni caso, eventuali richieste di risarcimento danni, risp. rimborso spese per interventi risultati essere invani, sussistono in capo al cliente solo nei limiti indicati nell'articolo 8 e sono altrimenti
esclusi.

8. Responsabilità

8.1. Salvo diversa indicazione nelle presenti condizioni di contratto, comprese le pattuizioni che seguono, siamo responsabili in caso di violazione degli obblighi contrattuali ed extracontrattuali in
conformità con le disposizioni di legge.

8.2. In caso di dolo o di colpa grave sussiste una nostra responsabilità a prescindere dal titolo, mentre in caso di colpa lieve è esclusa una nostra responsabilità.

8.3. Le limitazioni di responsabilità regolati al punto 8.2 si applicano anche in caso di violazione di obblighi da parte di soggetti per i quali siamo responsabili in base alle rispettive disposizioni di legge. Non si applicano se abbiamo dolosamente occultato un difetto o abbiamo prestato una garanzia sulle qualità della merce.

9. Prescrizione – decadenza:

9.1. Ai sensi dell'articolo 1495 del codice civile, il termine di decadenza, risp. prescrizione in merito a reclami per vizi materiali e legali è di un anno dalla consegna. Se è stata prevista un'accettazione della merce, il termine di prescrizione inizia con
l'accettazione.

10. Controllo di solvibilità:

Qualora dovessimo rendere delle prestazioni anticipate (es. consegna su fattura insaldata), ci riserviamo il diritto di effettuare un controllo di solvibilità sulla base di procedure matematicostatistiche al fine di salvaguardare il nostro legittimo interesse ad accertare la solvibilità dei nostri clienti. Trasmettiamo i dati personali necessari per tale verifica della solvibilità ai seguenti fornitori di servizi ai sensi dell'articolo 6 capoverso 1 lettera f GDPR:

SCHUFA Holding AG
Kormoranweg 5
D-65201 Wiesbaden

Tale rapporto sulla solvibilità può contenere valori di probabilità (i cosiddetti indicatori “score”). Nel caso in cui gli indicatori “score” abbiano ripercussione sul rapporto sulla solvibilità, si precisa che tali indicatori si basano su una procedura matematico-statistica scientificamente riconosciuta. Nel calcolo “score” vengono inclusi, tra l’altro, ma non solo, dati di 'indirizzo. Usiamo il risultato del controllo sulla solvibilità allo scopo di decidere di intraprendere, eseguire o risolvere rapporti contrattuali. Il cliente è in ogni momento abilitato ad opporsi a questo trattamento dei dati, inviando un rispettivo messaggio al titolare del trattamento dei dati. Tuttavia, ci riserviamo in ogni caso di trattare i Suoi dati personali se ciò è necessario per l'esecuzione degli obblighi
contrattuali.

11. Luogo di esecuzione, foro competente, legge applicabile

11.1. Il luogo di adempimento è Bolzano o il rispettivo magazzino di
distribuzione.

11.2. Il foro competente esclusivo per tutte le controversie nascente tra
le parti contraenti è il Tribunale di Bolzano.

11.3. La legge applicabile è quella italiana.

Brillux Italia GmbH/SRL
Via Johann Georg Mahl 15
39031 Brunico BZ

Tel. +39 0474 8318-40
Fax +39 0474 8318-50
info@brillux.it

HR Bozen REA-Nr. BZ-216896
Amministratori: Peter König, Dr. Christoph Derwing, Michael Thompson

Südtiroler Sparkasse AG
BIC: CRBZ IT 2B070
IBAN-Nr.: IT 45 H060 4558 2400 0000 0008 001

Ottobre 2021